Aleale.htmlshapeimage_1_link_0
Fedefede.htmlshapeimage_3_link_0
indietrochi_e_cosa.html
Stefaniastefania.htmlshapeimage_8_link_0
HOME.html
 
 

Giorgio Castagna è nato nel 1985 a Santa Margherita ligure.

Nel 2009 consegue la laurea triennnale in scienze politiche indirizzo sociologico a Bologna dove comincia a fare teatro e incontra Alessandra Frabetti, Marinella Manicardi, Massimo Sceusa, in seguito studia a  Milano al propedeutico della Paolo Grassi dove incontra Marta Melucci come insegnante di movimento, Marco Maccieri  e Roberto Chiavecchi per la recitazione. Partecipa a due spettacoli di fine anno di Alberto Oliva e Elisabett Boeke.

In questo periodo incontra Michele Abbondanza, Paolo Rossi, Carlo Boso.

Nel 2012 si diploma come attore alla civica accademia d’arte drammatica Nico Pepe di Udine dove si forma con Julie Stanzak, Sheela Raj e Glorian Friedrich, Elena Serra, Jean-paul Denizon, Pierre Byland, Maril Van Den Broek, François Kahn,  Daniel Bausch, Maurizio Schmidt, Arturo Cirillo, Marco Sgrosso, Paola Bonesi, Paola Bigatto, Michele Abbondanza, Giuliano Bonanni, Marta Bevilacqua, Luca Zampar, Martin Landzettel, Marco Toller, Claudio de Maglio e Dario Fo, Nano Storti.

Con il lavoro su Mistero Buffo e altre storie (grazie al quale incontra più volte la guida di Dario Fo) è al FESTIVAL D’AVIGNON, al MITTELFEST di Cividale dal Friuli, al LE VIE DEI FESTIVAL di Roma e al festival di Asti.

Diventa assistente alla regia di Arturo Cirillo per lo “Zoo di vetro” e per Emilio Russo in “Don Chisciotte opera pop”.

Come attore e assistente alla regia va in scena a Grosseto con Misura per Misura di Shakespeare e le città invisibili di Calvino per la regia di Francesco Tarsi.

Viene chiamato da Maurizio Schmidt per un nuovo allestimento di Mistero Buffo di Dario Fo, all’interno del festival di Corciano in Umbria.

Continua la sua formazione con i Motus, Jurij Ferrini e Eugenio Barba.

Scrive e dirige il suo primo spettacolo: “il Santo” conducendo una ricerca sul campo sulla tradizione popolare ligure.

Tiene il suo primo seminario su: “Misura per Misura di Shakespeare, l’energia del corpo dell’attore” a Firenze.

Nell’estate del 2014  assieme a Alessandro Conte tiene un seminario di ricerca presso il Teatro Marinoni di Venezia sul tema dell’Utopia, in seguito a questa esperienza, torna a Grosseto come attore nel Mercante di Venezia di Shakespeare regia di Francesco Tarsi dove si occupa anche della parte promozionale dello spettacolo.

A fine estate parte per la Danimarca destinazione Hostelbro e partecipa al seminario tenuto dall’Odin Teatret, l’Odin week festival. Decide in seguito, di seguire un seminario di approfondimento con Roberta Carreri e Raul Laiza a Lecce presso Regulam contra regulam teatro.

Intanto si occupa di artigianato sociale nel progetto Q.U.I. e O.R.A. (Quantum Utopico Innovativo e Organismo di Ricerca Artistica) impegnato nello sviluppo di reti internazionali e collettivi olistici per la ricerca artistico-antropologica e l’azione collettiva, e nella creazione di incursioni artistiche negli spazi urbani e quotidiani.

Attualmente collabora con Alessandro Conte (docente della civica accademia d’arte drammatica Nico Pepe di Udine) a progetti di ricerca antropologico-teatrale come Irruzioni Utopiche che mette insieme pedagogia, ricerca e azioni sociali artistiche.

 
Contatti

E-mail: qura@quieora.net
(scrivere “GIORGIO” nell’oggetto e la mail arriverà direttamente a lui)
mailto:qura@quieora.netshapeimage_18_link_0